Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

“Il Servizio Civile rappresenta una possibilità, per l’intero Terzo Settore calabrese e per le istituzioni coinvolte, di creare modelli di inclusione e coesione socio-culturale”

Antonella Di Spena nuovo presidente ASC Lamezia Terme – Vibo Valentia
498 0
“Il Servizio Civile rappresenta una possibilità, per l’intero Terzo Settore calabrese e per le istituzioni coinvolte, di creare modelli di inclusione e coesione socio-culturale”

LAMEZIA. Nuova organizzazione all’interno di Arci Servizio Civile Lamezia Terme – Vibo Valentia che rinnova i suoi organismi. La nuova presidente di Asc Lamezia Terme – Vibo Valentia, eletta nell’ultima riunione del direttivo tenutasi a Lamezia, è Antonella Di Spena che succede ad Antonio Scaramuzzino.

Antonella Di Spena dal 2007 collabora con Arci Servizio Civile Lamezia Terme – Vibo Valentia; prima in qualità di progettista e, dal 2016, come responsabile di sede. Di Spena è componente dello staff nazionale dei progettisti nonchè formatore generale, accreditato presso il dipartimento per la gioventù e il servizio civile.

 Del nuovo direttivo fanno parte: Antonio Scaramuzzino, nella sua qualità di direttore di Asc Lamezia Terme – Vibo Valentia; Antonio Esposito, responsabile amministrativo; Pasquale Scaramuzzino, responsabile formazione dei volontari; Maria Scaramuzzino, responsabile comunicazione; Letizia Bilardi, segretario e gestione dei volontari.

Al termine dell’incontro che la eletta nuova presidente, Antonella Di Spena ha ringraziato Ivan Falvo D’Urso e Antonio Scaramuzzinoche da sempre hanno creduto in lei sostenendo a pieno il suo lavoro di progettazione e organizzazione all’interno di ASC, contribuendo in questo modo alla sua crescita personale e professionale. Di Spena non ha mancato di ringraziare Pasquale Scaramuzzino “per la disponibilità mostrata nel ruolo di formatore” e Letizia Bilardi “che con la sua dedizione e voglia di imparare” l’ha affiancata da volontaria. “Grazie” anche a Maria Scaramuzzino che “con la sua formazione specifica, attraverso i laboratori di comunicazione sociale ha dato voce ai volontari in servizio”.

“Durante il mio mandato – ha dichiarato Antonella Di Spena dopo la sua elezione – spero di proseguire l’attività di sviluppo del servizio civile, non solo a Lamezia Terme, ma anche con il progetto che Arci Servizio Civile Calabria si è proposto. Una progettualità mirata che intende dare un significativo impulso alle attività di partecipazione dei giovani al Servizio Civile”. “L’obiettivo per i prossimi anni – ha aggiunto Di Spena – quello è di mettere insieme le esperienze finora maturate facendole diventare patrimonio condiviso”.L’idea da perseguire è quella di attivare ‘reti virtuose’ con un “sistema”, una piattaforma progettuale e di impegno politico-sociale, che renda i giovani cittadini attivi, protagonisti impegnati su temi vitali per lo sviluppo e la tutela del territorio come pace, accoglienza, solidarietà, ambiente, sostenibilità, cultura.

Giovani consapevoli con una rinnovata capacità di ascolto dei bisogni e delle inquietudini giovanili, ma anche delle loro potenzialità, delle loro idee e passioni, della loro voglia di trasformare la società per renderla più equa e giusta.

“Con entusiasmo rinnovo il mio pensiero e il mio impegno
mettendomi al servizio dell’associazione e dei giovani – ha ribadito la nuova presidente di ASC Lamezia Terme – Vibo Valentia – relativamente alle aspettative che ripongono nel nostro organismo e che non possono andare deluse”. Oggi, ancor più che in passato, in un periodo di forte crisi economica e sociale “si avverte con forza la necessità di creare con i giovani reali occasioni di formazione, di crescita sociale e culturale, di cittadinanza attiva – ha rimarcato Di Spena. Il Servizio Civile rappresenta una possibilità, per l’intero Terzo Settore calabrese e per le istituzioni coinvolte, di creare modelli di inclusione e coesione socio-culturale”.