Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Sostegno al reddito in favore di disoccupati, inoccupati e precariamente occupati

Martedì prossimo un’assemblea pubblica a Lamezia
353 0

“Martedì 30 giugno alle ore 17.00, presso il ‘Grand Hotel’ di Lamezia Terme, si terrà l’Assemblea Pubblica di tutte le forze politiche e le associazioni che stanno sostenendo la battaglia a favore della proposta di legge n.19/10^ ‘Sostegno al reddito in favore di disoccupati, inoccupati e precariamente occupati’”.

Ad annunciarlo il consigliere regionale e capogruppo de La Sinistra, Giovanni Nucera, che lo scorso marzo ha presentato la proposta normativa successivamente votata all’unanimità in III Commissione.

“Il testo è adesso al vaglio della Commissione Bilancio che – precisa Nucera – non potrà non tenere conto della dettagliata relazione tecnico-finanziaria da noi presentata a sostegno della stessa”.

“Più di 25.000 famiglie calabresi che oggi vivono in condizione di estrema povertà, potranno beneficiare – rilancia Nucera – di questa misura di sostegno che si pone l’obiettivo di rimuovere le disuguaglianze e costruire criteri di giustizia sociale.

Questo perché siamo convinti che un calabrese che esce fuori dalla povertà è un calabrese che si libera dalla morsa della criminalità organizzata e dai suoi ricatti. Non è una proposta meramente ideologica, ma di alta politica economica in grado di riattivare la crescita e lo sviluppo in Calabria”.

“Di questo e delle prossime iniziative in cantiere a sostegno del Reddito Minimo Garantito, parleremo martedì 30 giugno al ‘Grand Hotel Lamezia’. L’incontro vuole essere un’occasione per sviluppare un dibattito aperto che coinvolga il più ampio numero di persone, associazioni e forze politiche che intendono, in questa realtà, riportare al centro della politica le persone con i loro bisogni e le loro aspettative”.

Secondo il presidente del gruppo “La Sinistra”: “È dal basso che si costruisce la nuova politica, non nelle stanze chiuse del potere romano. Noi auspichiamo che questa battaglia sacrosanta che sta raccogliendo attorno a sé tante realtà della nostra regione, possa continuare e possa far rinascere in Calabria un forte movimento dal basso che crei le condizioni del cambiamento reale. È arrivato il momento di dare un segnale forte e cambiare la Calabria” – conclude Giovanni Nucera.