Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Spazio espositivo d’arte contemporanea a Lamezia: prossima apertura allo storico chiostro di San Domenico

L’iniziativa è di un gruppo di artisti lametini, sostenuta dalla IV Commissione consiliare e dalla sua Presidente, Teresa Benincasa
880 2

Un intuito magistrale per una iniziativa destinata a potenziare il mondo culturale – artistico lametino e calabrese, in genere: così muovendosi, la consigliera comunale di Lamezia e Presidente della Commissione consiliare Cultura, Teresa Benincasa, ha decisamente aperto un varco per la creazione di uno spazio espositivo permanente, su proposta concreta da parte di un gruppo di artisti/fondatori, tra cui Giuseppe Giudice e Carmela Palaia Cataldi.

Nel corso di uno specifico incontro, infatti, i soci ideatori di questa nobile quanto importante iniziativa hanno sottoposto alla Commissione consiliare, ed alla sua Presidente Teresa Benincasa, le esigenze di portare al centro di Lamezia Terme uno spazio espositivo che si potrebbe anche definire “la casa degli artisti “, siano essi  di Lamezia, che della Calabria. Una sorta di anticipazione verso un’eventuale pinacoteca lametina e regionale, per la quale – comunque – i tempi sono veramente fin troppo brevi per realizzarla.

Ma avere già uno spazio espositivo d’arte contemporanea è un indice di alta potenzialità per l’allargamento della cultura e dell’arte, allo scopo di costruire  un nuovo dialogo con la popolazione. Prendendo la parola con palese soddisfazione, Teresa Benincasa ha sottolineato:

Questo spazio, oltre che sensibilizzare ed avvicinare la cittadinanza alle svariate forme dell’arte, porterebbe gli artisti a non  perdere lo stimolo creativo e la città, grazie a loro, può realizzare una raccolta di opere della creatività locale e quotidiana, valorizzando la tradizione artistica contemporanea del territorio.

Gli spazi che potrebbero essere concessi sarebbero stati individuati:  o alla storica sede del Chiostro di San Domenico, oppure all’elegante Teatro comunale Grandinetti. Interessante, ha aggiunto Benincasa, che si dia concretezza all’iniziativa, in quanto “l’Amministrazione ha tutto l’interesse a non lasciare vuoti di contenuto gli spazi acquisiti e ristrutturati, destinati alla cultura”.

Benincasa_Teresa4“È essenziale, quindi – ha concluso la Presidente della quarta Commissione consiliare – ripartire da un incontro sincero con tutti gli artisti locali, tenendo insieme le proposte degli operatori culturali più in generale”.

Come chicca a tale importante iniziativa, Teresa Benincasa ne  ha anticipato una sua prossima iniziativa, sempre legata a questa degli spazi espositivi: “Per la data del prossimo 16 settembre, cioè, la realizzazione di un’estemporanea di artisti a cui affidare il ritratto dei tre centri storici destinati ad inaugurare lo spazio espositivo nel Chiostro, in quanto diventerebbe un luogo dove capire lo spirito del nostro territorio attraverso l’arte e coinvolgere pittori, scultori, gruppi escursionistici territoriali, fotografi, ceramisti, artigiani, restauratori”.

  • Raffaele, purtroppo, la regola del posto è arrivare al punto, prima o poi, il tempo ha poca importanza 🙂

  • SONO VERAMENTE COMMOSSO DA QUESTO PROFLUVIO DI INAUGURAZIONI PRO ELEZIONI REGIONALI. EPPURE DA ALMENO 15 (DICASI QUINDICI) ANNI GRIDO ALLA LUNA L’ESIGENZA DI UN MUSEO DI ARTE CONTEMPORANEA.