Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Strano ma vero: la Calabria non utilizza i fondi comunitari !

Se i fondi comunitari fossero stati adeguatamente impegnati e finalizzati, oggi la Calabria non sarebbe, nello scenario europeo, un “caso” a sé.
413 0

Anche dai meno pratici osservatori e commentatori di fatti economici – finanziari resta del tutto evidente che in una Regione in crisi di risorse finanziarie non trovare il modo per utilizzarle quando ci sono è cosa decisamente anormale.

Ma a giudicare la circostanza resa nota dalla realtà è, questa volta, addirittura chi di finanza e di amministrazione del bene pubblico è invece e logicamente grande esperto, come il capogruppo del PD in Consiglio regionale, Sebi Romeo, il quale- attraverso un comunicato stampa, va a toccare questo tasto, sostenendo da subito che “il mancato utilizzo dei fondi comunitari in Calabria è stato un crimine. Non c’è altro modo per definirlo.

Ad un’area storicamente svantaggiata come la nostra, chi ha governato la Regione, negli anni scorsi, con inerzia ed assenza di visione, ha provocato un danno di dimensioni incalcolabili”.

E’ secco il suo giudizio, quindi, tanto più “se si considera – aggiunge –  che in Europa la Calabria è tra le regioni più in ritardo di sviluppo e che gli unici strumenti per rilanciare la crescita e l’occupazione sono quelli comunitari, a fronte dei pesanti vincoli regolamentari, delle ristrettezze del bilancio ordinario e dello stato dell’economia regionale, s’intuisce il danno e la beffa storica che la Calabria subisce”.

Ancora Romeo: “Dinanzi a questo disastro ereditato, per cui la Giunta Oliverio fin dall’insediamento sta prestando un’attenzione straordinaria, si stenta a comprendere come sia possibile che parte dell’opposizione di centrodestra, invece di chiedere scusa ai calabresi, possa ergersi a paladino della buona amministrazione. Se i fondi comunitari fossero stati adeguatamente impegnati e finalizzati, oggi la Calabria non sarebbe, nello scenario europeo, un “caso” a sé.

Adesso – prosegue   Romeo –  si tenterà, come ha spiegato il presidente Oliverio, con tutti i mezzi a disposizione, di salvare il salvabile, ben sapendo che mentre rischiamo di perdere cifre importanti relative alle annualità 2007/2013, si è, per colpa della Giunta Scopelliti, ipotecata anche la programmazione dei fondi 2014/2020. Con tutto ciò che ne consegue”.

Conclude Romeo: “In ogni modo, ciò che preme sottolineare è che, permanendo irrisolta la questione meridionale nel Paese, di cui la Calabria è il simbolo più preoccupante, occorre che il Governo comprenda che i fondi destinati alla nostra regione e non spesi, dovranno essere riutilizzati in Calabria e non in altre aree del Paese, come già successo.

In questo contesto è ormai urgente è necessario che il Pd calabrese svolga un’approfondita riflessione su questi ed altri temi così da sostenere la giunta Oliverio e rappresentare alle istituzioni nazionali i bisogni del territorio.