Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Termalismo : questo illustre sconosciuto

1.66K 0

C’è da stare poco allegri se, inseguendo in senso lato la via dello sviluppo di un comprensorio, di una città, di una Regione e , quindi, dell’intera Nazione, il settore del termalismo rimane quasi del tutto ai margini dei pensieri, delle idee, dei progetti, dei sogni.

Non ne parlano i politici; non ne parlano gli addetti ai lavori e quanti cercano di programmare lo sviluppo basato sul turismo; non ne parla nemmeno il cittadino comune e perfino nemmeno coloro che avanzano polemiche tanto per fare solamente polemiche. L’insieme di questo scenario si palesa ai tempi nostri sempre in modo più marcato, riconoscendo il merito di chi, nei tempi trascorsi ( qualche decennio fa), se ne riempiva almeno la bocca.

Lamezia, che alla sua denominazione urbanistica associa proprio il termine di “Terme”, agli inizi degli anni 70 – 80 in modo più accentuato, non mancò di far emergere le sue richieste e le sue pretese in spazi progettuali per inserire a gran voce lo sviluppo termale come deterrente, fondamento e slancio per uno sviluppo del  territorio di pertinenza, ma anche di quello provinciale e regionale.

I “ grandi scienziati” del mondo politico che si abbuffavano della raccolta di consensi a fini elettoralistici, cosa fecero? Proclamare, come irrinunziabile miraggio, lo sviluppo del progetto per un interessante parco turistico – termale, che di fatto avrebbe interessato non solo la specifica area termale del quartiere Caronte, quanto il territorio. Venne perfino redatto un plastico, presentato nel corso di un mega convegno pubblico, attorno al quale si svilupparono discorsi, proclami, premesse e promesse che poi si dissolsero come neve al sole.

download

reparto inalazione

Del resto, non fu così ( tanto per citarne alcuni) per progetti che si chiamavano Area urbana Catanzaro – Lamezia; porticciolo turistico; utilizzo a scopo turistico del lago “La Vota”;  metropolitana veloce di superficie e così via di seguito ?

Comunque, dell’avveniristico progetto del parco turistico – termale almeno se ne parlava …in tutte le salse, in tutte le piazze e perfino in tutti i salotti o nei circoli politici ( anche questi oggi non esistono più!). Oggi, purtroppo e mestamente, non è più così. Anzi, c’è qualche frangia di popolazione residente che insiste nel proporre: “Perché la nostra città non chiamarla semplicemente < Lamezia> ?” Ed hanno ragione da vendere, ma solo se inquadrando il tutto sotto forma di giustificate proteste.

tic-terme-lamezia

una delle tradizionali “gurne di Caronte”

Per tutto il resto saremo ancora in tempo di attendere e di sperare un rilancio di quel progetto turistico – termale, tirando fuori quel plastico ma, soprattutto, altre idee e forti intendimenti per arrivare finalmente a quella città termale che Madre Natura ha disegnato tutta per noi, per i nostri figli, per il nostro roseo futuro.