Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Vigor Lamezia: la politica sui giovani ti premierà

Dai valori dello stare insieme a quelli dello scoutismo: questi i migliori acquisti e non il giocatore di Serie A o B sul viale del tramonto!
921 0

Non spreco di fiumi di soldi alla ricerca di essere vincenti, oggi; ma impiego di intelligenza pura per costruire un futuro da veri prof.

Analizzando le politiche adottate dalle Società calcistiche di Lega Pro, s’è preso atto di quanto il calcio, in generale, sia malato, affetto da protagonismi, da smanie egemonistiche, con questo impiego di ingenti risorse finanziarie pur di venire in possesso del cartellino del giocatore Tizio, Caio o Sempronio, scesi di categoria in quanto – se fino all’anno scorso erano “felici e contenti” in serie A o B – adesso devono ricominciare a fare gavetta: ma tant’è, dai tanti soldi che si mercanteggiano come tante noccioline tipicamente e specificatamente “americane” alle sane politiche per essere dalla parte dei giovani e giovanissimi e per un futuro da sogno.

In questo contesto così penalizzante e mortificante di un impazzito calcio – mercato, si fanno però notare ed ammirare alcun’altre Società che hanno allestito la loro squadra con quelle risorse minime da poter impiegare. O, addirittura, altre Società – come la Vigor Lamezia – che non solo hanno messo sul tavolo del calcio – mercato quel minimo che potevano, quanto hanno pensato di far largo ai giovani o giovanissimi, ovvero a coloro che – da età scolare – cercano nel calcio una occasione, o, meglio, una opportunità di crescita, di formazione, di maturità, e non solo su tale versante calcistico.

La Vigor Lamezia, forse tra le prime in tutta Italia ( fatta eccezione per società di serie A) ha gettato le basi per metter su una vera e propria scuola calcistica, al cui interno si affacciano i valori e le esperienze dello scoutismo e della cosiddetta “foresteria”: praticamente una sorta di college che ospiterà giovanissimi provenienti anche da fuori Regione per praticare concretamente una scuola di calcio, per studiare anche nelle scuole statali, per fare esperienza di vita comunitaria, ovviamente stando insieme nelle varie ore della giornata e mangiando insieme, dormendo nello stesso stabile, giocando anche insieme.

Una politica così impostata ha molto più valore se- ad esempio – la Vigor Lamezia avesse acquistato qualche anziano giocatore di serie A o serie B, magari dal curriculum sul classico viale del tramonto.

La tifoseria biancoverde, e non solo, deve sentirsi orgogliosa di tali progetti e dare del “grazie” a dei dirigenti che non solo non hanno sottratto risorse finanziarie alle loro aziende pur in questi tempi di grave crisi, quanto hanno messo su un progetto altamente professionale a beneficio dei nostri ragazzi, figli o nipoti che possano essere.