Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Lettera aperta ad Oliverio di un lavoratore Infocontact: ci dia la possibilità e la speranza di lavorare

,
575 0

Buongiorno Presidente Oliverio,

sono Domenico dipendente dell’ azienda Infocontact, società che opera nelle Telecomunicazioni, per conto di Multinazionali, quelle che operano in un mercato ( il nostro), poco tutelato e per il quale anno dopo anno, si continua a non salvaguardare a vantaggio di imprenditori che speculano a danno di chi ancora crede che si possa lavorare dignitosamente in una Calabria sempre più, nei primi posti come tasso di disoccupazione….

Probabilmente si ricorda di noi #1800senzafuturo, si 1800 lavoratori che ad oggi non Infocontact  Immaginehanno avuto quelle risposte che tanto attendono dalle Istituzioni, che sembrano sorde, ma forse del nostro destino dovrebbe interessare a qualcuno , prima che ciò possa portare allo scoppio di una vera e propria bomba sociale, a svantaggio dell’ economia calabrese.

Ancora oggi le Multinazionali che lavorano in questo settore, riescono a fare il bello ed il cattivo tempo (delocalizzazione, gare sottocosto, appalti….), e nessuno ancora oggi è riuscito a bloccare questa emorragia che continua a produrre solo licenziamenti, aziende in crisi, ed ammortizzatori sociali.

Noi #1800senzafuturo, siamo qui a continuare a lavorare, con uno stipendio ridotto dalla Solidarietà ( accordo firmato a febbraio 2014, e prolungato per un altro anno), per il

Teresa Bellanova

Teresa Bellanova

quale ancora aspettiamo risposte, ed un decreto che ci possa fare avere la parte che ci spetta, non ultima la risposta del sottosegretario al lavoro Bellanova, che nell’incontro del 22 gennaio presso il Mise glissò con un semplice “Ci stiamo lavorando”…..

Questa sarà per noi lavoratori una settimana importante, dove si apriranno le buste relative alle varie offerte vincolanti, e dove già  qualcuno presenterà offerte che non porteranno giovamento a nessuno ….se non ai soli imprenditori ( si sente parlare di contratti a 4 ore), e per tanti colleghi che hanno fatto di questo lavoro una base per il futuro attraverso prestiti, mutui, ed altro …..

Forse sono un sognatore, forse no, ma credo che a qualcuno possa interessare che la Calabria possa andare avanti evitando una simile debacle dal punto di vista lavorativo, ecco perche oggi porto a Lei le mie parole, le parole di tutti i colleghi , affichè ci dia la possibilità e la speranza di poter lavorare, per noi ed i  nostri figli.

Domenico Amatruda rsu uilcom uno dei #1800senzafuturo