Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Settimana della cultura in Sila all’insegna del dialetto

Ci sarà uno spazio per Costabile con un'esibizione di Chiara D'Andrea
669 0

L’ Universitas Vivariensis proporrà come da un lustro ormai, una settimana di cultura al fresco. Tra i pini di Camigliatello Silano il vulcanico editore Demetrio Guzzardi, operatore culturale che resiste in Calabria, ormai da più di venticinque anni, ha preparato per il quinto anno consecutivo un calendario di appuntamenti.

Il tema conduttore dell’edizione 2014 è il dialetto, un omaggio per il 60.mo anniversario della morte di Michele De Marco, conosciuto dai più come Ciardullo. Al dialetto sono dedicate alcune presentazioni di libri, incontri con musicisti e cantautori e la visione di filmati.

La settimana della cultura calabrese si conferma ancora come luogo del ricordo di personaggi ed avvenimenti che meritano di non passare sotto silenzio. Si parlerà – nella giornata inaugurale – di Fausto Gullo, il ministro dei contadini nel 40.mo anniversario della morte, di Girolamo De Rada, il vate della letteratura albanese, nel bicentenario della nascita; ed ancora del poeta Franco Costabile

Franco Costabile

Franco Costabile

nel 90.mo della nascita, del senatore Mario Giuseppe Militerni nel primo centenario della nascita e del 550.mo anniversario del miracoloso attraversamento di San Francesco di Paola dello Stretto di Messina.

Tredici le mostre da guardare; da segnalare quella sul settimanale umoristico di Ciardullo «Ohè!», che ebbe solo un anno di vita, dal 1924 al 1925, una sull’attività politica di Fausto Gullo e poi la mostra Segni del sacro in Calabria: tra pini e vette, la statua del Redentore del Montalto sull’Aspromonte e il monumento al Cristo a Montescuro.

Tra le iniziative particolari, il quarto torneo nazionale du strummulu, anche quest’anno diviso in 4 categorie; resta imbattuto il record di Francesco Siciliano di Amantea, cronometrato da giudici ufficiali che ha fatto roteare per 2 minuti e 43 secondi, su una apposita pista, il suo “strummulu”.

Giovedì 28 agosto alle ore 21,30 è previsto un ricordo ai novant’anni dalla nascita di Franco Costabile con un repertorio musicale di Chiara D’Andrea.

Domenica 31 agosto è prevista la conclusione della Settimana con l’assegnazione del Premio Cassiodoro 2014, tema “Insieme… e di più”; il comitato che gestisce il Premio, ha scelto che su 10 riconoscimenti, ben sei siano assegnati ad associazioni e gruppi per sottolineare il valore dello stare insieme.

Il sindaco di Spezzano della Sila, l’avvocato Tiziano Gigli, in una nota alla stampa ha voluto sottolineare

che candidare Camigliatello Silano, almeno per una settimana all’anno, quale capitale della cultura calabrese, è una scommessa vinta, grazie all’impegno ed alla passione di quanti si spendono – gratuitamente – per questa iniziativa, che va maggiormente sostenuta e valorizzata.