Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

S.E. Mons. Giuseppe Schillaci indice un Giubileo diocesano : una opportunità di grazia e motivo di sincera conversione.

Indetto in occasione del millenario della nascita del culto della Vergine Maria, presso il Santuario diocesano della Madonna di Dipodi.
424 0
S.E. Mons. Giuseppe Schillaci indice un Giubileo diocesano : una opportunità di grazia e motivo di sincera conversione.

Dalla decisione , alla meditazione, all’annuncio: è così che S.E.Mons. Giuseppe Schillaci ha reso noto  del aver indetto l’apertura del Sinodo Diocesano di Lamezia, dandone comunicazione – in una nota che rimarrà alla storia- indirizzata ai sacerdoti, religiosi e religiose e amato popolo di Dio di questa Diocesi.

Madonna di Dipodi

“Il Signore”, sottolinea, “ ci dona la grazia di vivere nell’anno pastorale 2019 – 2020 il millenario della nascita del culto della Vergine Maria, presso il Santuario diocesano della Madonna di Dipodi”. E amplifica i contenuti della sua decisione ricordando come , “ al di là dell’anniversario puramente storico, siamo invitati  come Chiesa a riconoscere il segno della predilezione divina, nella possibilità di rivolgerci con animo filiale alla Vergine Santa”.

Così prosegue ancora : “La ricorrenza del Millenario è un segno di provvidenziale grazia per rinnovare il legame con la Vergine Maria e la Chiesa; pertanto,  in seguito alla richiesta inoltrata presso la Penitenzieria Apostolica, vi annuncio che è indetto uno speciale anno giubilare che ha inizio il 14 agosto 2019 e si concluderà il 15 agosto 2020”.

E’ bene ricordare il passato per farci fare memoria di un precedente Sinodo Diocesano promulgato dal Vescovo emerito, S.E. Mons. Vincenzo Rimedio, il 1° settembre del 1993, anticipato nella Lettera Pastorale del gennaio 1992, dal titolo :”Lamezia e il cammino della speranza”, dove Mons. Rimedio dichiarava di affidare “ …a tutti i lametini della Città un messaggio ed un programma :

costruire insieme e   costruire da cristiani il nuovo”.

Per essere radicati nella storia, è giusto far menzione di un precedente Sinodo diocesano: quello voluto da S.E. Mons. Giovanni Regine  e che ebbe inizio  nell’anno 1911.

S.E.Mons. Giuseppe,Schillaci

In tutte le motivazioni dei Sinodi che si sono succeduti negli anni e nei secoli, appare quasi unitaria la volontà di offrire al popolo di Dio una straordinaria occasione di “Grazia”, così come ora ha sottolineato S.E. Mons. Giuseppe Schillaci nella lettera che stiamo ora commentando. Una “ grazia” che consente – a quanti si dispongono favorevolmente- un itinerario di conversione e di arricchimento spirituale e pastorale; è un dono, inoltre,  di tutta la Chiesa che promuove la coscienza della vocazione e della missione dei propri fedeli per la divulgazione e la testimonianza del Vangelo.

S.E. Mons. Schillaci annuncia come “in questo anno, alle solite condizioni , è concessa l’indulgenza plenaria a chiunque si recherà in pellegrinaggio presso il Santuario diocesano di Dipodi.

Le celebrazioni di inizio del Millenario sarà il 14 agosto alle ore 21.

Confido che nelle parrocchie e nella varie realtà cristiane”, aggiunge, “venga accolta questa opportunità di grazia e sia motivo  di sincera conversione e accoglienza del Vangelo, del quale la Madre di Dio è stata grembo fecondo.

Affido alla Vergine”, conclude, “ il mio Ministero episcopale che sto iniziando a vivere in mezzo a voi e tutta la Chiesa di Lamezia Terme, per la quale invoco celesti benedizioni e ogni ricchezza di Grazia”.