Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Si accende il contendersi sul futuro della sanità lametina

Duro affondo del Capogruppo di Forza Italia al Comune, avvocato Armando Chirumbolo
702 0

Non sembrano acquietarsi le acque del “mare magnum” della sanità lametina nemmeno dopo la conferenza stampa indetta dal Direttore generale dell’Asp di Catanzaro, Gerardo Mancuso, alla quale era presente lo stesso e le altre “due anime” del contendersi, ovvero il Presidente del Consiglio regionale, Francesco Talarico, e il consigliere regionale Mario Magno.

Fino a quando non si uscirà dai rigidi steccati della politica e non si riporterà la discussione, anzi, l’intera problematica, negli ambiti dell’operatività tecnica e non su quella politica, si assisterà purtroppo al classico gioco del tiro alla  fune. Chi vincerà? E chi continua a perdere? E’ chiaro che su questo secondo interrogativo vanno a finire i cittadini e, più che altro, i pazienti, non essendo entrato nella mente dei più il fatto che con l’ammalato non si scherza!

Occorre un altro consiglio comunale per tornare sugli stessi tasti, stantii, monotoni, che non portano a nessuna melodia?

chirumbolo

Una nuova riunione del consiglio comunale viene però richiesta dal capogruppo ”azzurro” nel consiglio comunale, avvocato Armando Chirumbolo, secondo cui

dopo questa fase interlocutoria, possa essere convocato, nuovamente, un Consiglio comunale per discutere di Sanità, purché vengano messe da parte le polemiche e le facili strumentalizzazioni politiche che nulla sino ad oggi hanno prodotto in termini di risultati, idee e progetti”.

Una siffatta richiesta, contenuta nel testo di un comunicato stampa trasmesso dalla stesso Chirumbolo, precede però una durissima stoccata di chiara natura politica, dove si evidenzia testualmente che

il gruppo di Progetto Lamezia, così come il Presidente del civico consesso Grandinetti, ancora una volta, avrebbero fatto bene a tacere, poiché loro sono i principali responsabili della tenuta dell’Amministrazione di centro-sinistra che ha portato, purtroppo, la città di Lamezia Terme allo sfascio economico ed a un arretramento sotto tutti i punti di vista, di cui dovrà farsi carico la futura Amministrazione comunale che verrà fuori dalle elezioni della primavera del 2015”.

A monte, però, ci stanno le proverbi ali “cose belle”, almeno secondo lo stesso Chirumbolo e secondo le dichiarazioni fatte nel corso della predetta conferenza stampa da Mancuso, seguito a ruota da Magno e da Talarico.

Quali sarebbero?

Che “il centro trasfusionale non verrà spostato e rimarrà nell’Ospedale di Lamezia Terme e che presto a Lamezia verrà aperto il centro riabilitativo INAIL che garantirà l’assunzione di 105 persone, offrendo così sul territorio una specialità di altissimo livello e nuovi posti di lavoro”.

Ed allora, secondo “Forza Italia” e così come rimarcato nel corso della conferenza stampa, sarebbe inutile ad alzare polveroni, rimarcando ovviamente che 

Forza Italia, con grande e convinta onestà intellettuale,  ribadisce, ancora una volta, che la posizioni del Partito nei confronti della Direzione dell’Asp di Catanzaro, così come di tutta la Sanità calabrese, è sempre stata favorevole la dove si è operato bene conseguendo risultati positivi in termine di servizi offerti ai pazienti , e fortemente critica nei casi in cui non si è operato per come si sarebbe dovuto ed i risultati ottenuti non erano buoni ed andavano migliorati”.

Stoccata dopo stoccata, quale sarà la prossima ?