Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Anche MTL ha manifestato a Milano a fianco a Salvini

2.26K 0
Anche MTL ha manifestato a Milano a fianco a Salvini

E’ stato un tripudio la manifestazione di Milano contro l’Immigrazione Clandestina, 100.000 persone in piazza Duomo, donne e uomini liberi  provenienti da nord e sud  hanno manifestato pacificamente il loro dissenso verso un’invasione di territorio a spese del popolo Italiano,  presente una folta di rappresentanza di Calabresi capitanata dal Movimento Territorio e Lavoro Lamezia Terme con il Consigliere Comunale Massimo Cristiano, Segretario Domenico Furgiuele, Presidente Marco Cristiano, il Dirigente Angotti Vincenzo.

Ad affermarlo in una nota stampa sono proprio Massimo Cristiano e Domenico Frugiuele i quali elogiano il segretario della Lega Nord “un successo che incorona Matteo Salvini come leader di un futuro Fronte Nazionale contro lo strapotere dell’ Europa delle Banche e di un Governo quello italiano amante delle tasse guidato, da quello che Salvini definisce,  come il pericolo pubblico numero uno ovvero il Premier Renzi,  un Matteo Salvini alleato in Europa con Marine Le Pen, che guarda alla Russia di Putin come un potenziale alleato  con cui dialogare, insomma l’unica alternativa politica credibile in Italia”

Sospendere subito Mare Nostrum è di vitale importanza perché si tratta di una missione fallimentare, che aveva come obbiettivo quello di tutelare vite umane, e fare da deterrente ai flussi migratori, ma nei fatti non è stata in grado di fermare lo sbarcano sulle nostre coste di oltre 1000 clandestini al giorno e nell’ ultimo anno di missione conta tremila decessi in mare.

I due rappresentanti dell’MTL, dunque, criticano la politica sull’immigrazione adottata dall’esecutivo nazionale “grazie all’ operazione gestita da questo governo di centrosinistra a guida Matteo Renzi PD e dal Ministro Angelino Alfano NCD,  in Italia sono entrati già 130 mila clandestini mantenuti dallo stato e di conseguenza dai contribuenti, spesso in lussuosi luoghi di villeggiatura, con un costo di 1200 euro al mese per immigrato, mentre gli italiani perdono la casa e il lavoro, un’operazione di discriminazione sociale nei confronti degli italiani, un’operazione in balia di se stessa, che rappresenta un pericolo anche sanitario per le nostre forze dell’ ordine considerato che, molti poliziotti purtroppo sono stati contagiati da malattie come la Scabbia e la Tubercolosi,  debellate in Italia e che oggi a causa di questa operazione demenziale si ripropongono, senza  trascurare il pericoloso virus dell’Ebola alle porte”

Chiamati a partecipare direttamente dal Senatore Raffaele Volpi dal Deputato Angelo Attaguille e da Matteo Salvini, il Movimento Territorio e Lavoro ha degnamente rappresentato la Calabria “siamo stati accolti a braccia aperte, mettendo definitivamente la parola fine alla sterile contrapposizione Nord-Sud e viceversa, abbiamo  portando l’istanza di un territorio già debilitato dalla disoccupazione, strangolato dalle tasse e da una classe politica composta in larga parte da parassiti sociali e incompetenti” conclude la nota ” le priorità oggi sono fermare l’ immigrazione clandestina, casa e aiuti sociali prima agli italiani, uscita dall’ Euro per far ripartite concretamente  l’ economia  reale”