Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Credere al Vangelo passando attraverso la conversione, la metanoia

918 0
Credere al Vangelo passando attraverso la conversione, la metanoia

Il tempo è compiuto e il Regno di Dio è vicino: convertitevi e credete al Vangelo”.

Tutte le Letture delle domeniche liturgiche sono una esplosione di gioia, un canto di liberazione, un inno all’amore puro, vero.

Ma questa della prima domenica di Quaresima è come se avesse uno sprint in più, un motivo in più per mettere ordine nel nostro disordine; per aderire all’invito di Gesù: “convertitevi e credete al Vangelo”. Ed in cambio il Signore ci darà in dono uno spazio nel Paradiso; ci consegnerà la vita eterna, la Vita che trabocca d’Amore.

Il Regno di Dio è vicino!”.

Quando? Non indica una data prefissata, altrimenti Cristo, così come s’è rivolto a noi con Amore pattuito sul Legno della Croce, ugualmente ci avrebbe liberati dall’ansia della attesa.

Ma, lo sappiamo, ogni attesa è un impulso vitale di vita, uno sperare oltre ogni speranza, un affidamento totale, umile, incondizionato, senza patteggiamenti al Dio della Gloria, al Dio della Storia.

Vangelo

Sappiamo soltanto, e di sicuro, che Egli verrà, ci abbraccerà e ci condurrà nel Suo Regno. Quale? “Venite e vedete”. Ma, prima di tutto, dobbiamo compiere il gesto dello “spalancare le braccia a Cristo”; anzi, diamogli il nostro cuore, trasformandolo da cuore di pietra in cuore di carne.

Si, è proprio così. Nel Salmo 24 propostoci per questa domenica di Quaresima, domenica di gioia, osiamo invocarlo:

fammi conoscere, Signore, le tue Vie, insegnami i tuoi sentieri. Guidami nella tua verità e istruiscimi, perché sei tu il Dio della mia salvezza”.