Crescita esponenziale degli acquisti online durante la pandemia

Crescita esponenziale degli acquisti online durante la pandemia

Fino a qualche anno fa lo scenario di un virus contagioso, capace di diffondersi in tutto il mondo, era solo frutto dell’immaginazione cinematografica. Oggi invece è una realtà alla quale si è tristemente abituati. La pandemia mondiale scatenata dal Covid-19 ha avuto molte ripercussioni. IL mutamento è avvenuto sia a livello emotivo che a livello comportamentale, cambiando sopratutto le abitudine delle persone anche ,e sopratutto, dal punto di vista economico e di consumo.

Come sono cambiati i consumi durante il Covid-19

La pandemia e il conseguente lockdown hanno costretto le persone a barricarsi in casa per evitare l’esplosione dei contagi. All’inizio di questa situazione tutto era fuori controllo e nessuno sapeva come affrontare la questione. La chiusura totale ha generato un ammanco di merce anche nei pochi punti vendita che potevano rimanere aperti. in questa situazione l’ancora di salvezza è risultato essere il mercato online.

L’acquisto su gli e-commerce è aumentato notevolmente, generando un vero e proprio boom economico digitale. Da questo fatto è derivato un cambiamento nel modo in cui il consumatore si approccia al mercato. l’e-commerce non sono una novità,

Amazon ad esempio e presente dal 2010. La novità sta nel fatto che molte aziende che avevano rimandato,sono state costrette a implementare una servizio di vendita online per cercare di non soccombere durante la pandemia. Questo ha contribuito a generare nel consumatore la consapevolezza che nonostante la chiusura era possibile ricevere, anche localmente, prodotti che prima non erano presenti online.

Un maggior numero di spesa online però non significa shopping sfrenato. In realtà gli acquisti, nella maggioranza dei casi, si sono rivelati più ponderati e ragionati. Questo fenomeno probabilmente è figlio dalla riduzione drastica delle entrate economiche, l’online si è rivelato come spesso succede una risorsa importante per acquistare gravando meno sul bilancio domestico.

Quali sono stati i prodotti più acquistati?

Abbigliamento

Nonostante la reclusione forzata e le restrizioni sulle uscite, il settore abbigliamento ha registrato una impennata. Attenzione però a non cadere in inganno, non sono state acquistate scarpe con il tacco o camicie eleganti. Reclusi in casa sì, ma con stile.

L’abbigliamento da casa come tute e pigiami sono stati, durante il lockdown da covid, tra i più acquistati del settore. Fattore sicuramente giustificato dall’uso forzatamente intensivo di questi indumenti.

Tecnologia

La distanza ha reso ovvia una crescita esponenziale delle vendite in questo settore. Il motivo principale è sicuramente lo smart working. Molte persone hanno dovuto approcciarsi ,spesso per la prima volta, al lavoro da remoto. Ne deriva un’importante crescita del mercato tech, che ha dovuto gestire la massiccia richiesta di computer, tablet e smartphone necessari per adattarsi alle disposizioni aziendali per fronteggiare la pandemia.

Un altro motivo da non trascurare sono le relazioni in umane. In molti hanno trascorso i mesi di lockdown in solitudine, questo ha reso fondamentale i dispositivi tecnologici per sentirsi vicini alle persone care. Per queste motivazioni, ai prodotti elencati prima si aggiungono webcam, microfoni e cuffie.

Sanità

Questa macro-categoria ha sicuramente un primato un pò amaro in questa lista. Le spese per la sanità sono tra le più gravose. I prodotti con un maggiore numero di vendite, durante il periodo pandemico, sono ovviamente i dispositivi di protezione e prevenzione da infezione. Le mascherine, i gel igienizzanti, senza dimenticare i sempre presenti tamponi rapidi. Questi prodotti sono stati acquistati talmente tanto da essere per un periodo relativamente ampio introvabili.

Palestra e Integrazione

Un altro disagio vissuto da molti come una vero e proprio lutto è stata la chiusura totale delle palestre. Durante la pandemia da Covid-19, la mole di consumatori del settore fitness ha trovato negli e-commerce online un respiro di sollievo. Il periodo appena citato ha reso necessario l’aquisto di prodotti per la palestra e il benessere fisico. Le persone hanno iniziato a costruire delle vere e proprie palestre in casa. Oltre ai classici manubri e abbigliamento sportivo, tra i più acquistati ci sono anche bande elastiche, cavigliere e sbarre per trazioni.

Sempre nel settore fitness è stato registrato un aumento dell’acquisto di integratori naturali online. Questo fattore è in linea con la volontà di mantenere il corpo sano, forte e reattivo agli attacchi esterni, non solo con l’allenamento ma anche con l’integrazione alimentare (visita il sito www.20centesimi.it per maggiori dettagli)

Il boom della spesa online

Tra i settori che inaspettatamente si sono ritrovati nel boom online c’è sicuramente quello alimentare. L’aquisto di cibi online è aumentato in modo esponenziale. I negozi si sono adattati alla situazione proponendo la possibilità di ordinare la spesa a domicilio in totale sicurezza. la proposta ha preso largamente terreno favorendo il settore delivery.

Conclusione

La pandemia da Covid-19 è sicuramente uno di quei fatti storici importanti studiati nelle scuole, di cui si parlerà esprimendone il prima e il dopo come fosse una rivoluzione. Non si può infatti negare che segni un era di cambiamento, che ha modificato indelebilmente il modo di relazionarci alla vita quotidiana e che ancora continua a farlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.