Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

La ROYAL pensa già all’OLIMPUS dopo la prima gara vinta in casa

/Incombe la seconda gara interna contro l’atra squadra laziale- Solano: “Disponibili ad accogliere sempre la Royal”. Mazzocca: “Felici dell’ospitalità”
262 0

“Per noi è un onore ospitare la Royal Team Lamezia visto che parliamo di una società femminile di serie A, per cui fa piacere a tutta la Provincia di Vibo avere una squadra così prestigiosa nel nostro Palasport”, è stato questo il benvenuto domenica alla Royal di Salvatore Solano, presidente della Provincia di Vibo Valentia. Dopo tanto peregrinare stante la chiusura (oggi sono ben 379) del PalaSparti che ha visto la Royal, prima di domenica, giocare al PalaPace di Vibo, a Pentone ed infine a Rogliano, può dirsi che se persisterà l’incredibile chiusura della struttura lametina, il PalaSport Provinciale di Vibo Valentia sarà la ‘casa’ della Royal Team Lamezia intanto fino al termine del torneo. Ma non finisce qui, poiché a precisa domanda su un eventuale trasferimento definitivo della Royal a Vibo, il presidente Solano è abbastanza eloquente:

“Io voglio valorizzare lo sport, non solo a livello locale e provinciale ma anche regionale. Per cui – sottolinea il numero uno della Provincia di Vibo –  quando ci sono realtà così importanti come la Royal non possono essere lasciate fuori allo sbaraglio ma devono avere la dignità che meritano. Quindi io mi rendo disponibile come Presidente della Provincia ad ospitare la Royal che fa parte di questa nostra amata Regione”. Un assist per il presidente della Royal, Mazzocca, che rilancia: “Intanto ribadiamo il nostro ringraziamento al presidente Solano, che si è messo a disposizione ed in pochissimi giorni abbiamo organizzato la partita con la Lazio e ci apprestiamo a bissare con l’Olimpus Roma. Riguardo all’ipotesi-trasferimento il discorso è molto chiaro – aggiunge Mazzocca -, se il PalaSparti non riapre, se il grosso tessuto imprenditoriale continua ad ignorare una realtà come la Serie A della Royal e se si trovano i presupposti, si potrebbe pensare a qualcosa in più, insomma se son rose fioriranno”.

Sul piano tecnico, è dunque finalmente arrivata la prima vittoria ‘in casa’ della Royal: tra le protagoniste della vittoria, oltre a Saraniti e Kale, rispettivamente 3 e 2 gol, da menzionare Anita Furno e Martina Cacciola. Furno non solo ha realizzato il suo terzo gol stagionale, ma è stato un baluardo difensivo lottando con grande forza subendone anche conseguenze fisiche. “Finalmente era la partita che aspettavamo da tutto il girone di andata – spiega Furno -, sapevamo che dovevamo vincere questa partita specie dopo la batosta di Barletta. Il gol? Una grande gioia per me. Ovviamente non bisogna mollare, domenica contro l’Olimpus Roma inizia il girone di ritorno che sappiamo essere più tosto per cui dovremo dare sempre il massimo per ottenere punti e conquistare la salvezza”. Contenta anche capitan Cacciola, seppur emotivamente coinvolta dalla scomparsa di Sissy la sera prima della gara. “Abbiamo giocato con un uomo in più in campo e si è visto: Sissy ci ha dato la forza per vincere, negli spogliatoi ho guardato negli occhi le mie compagne e gli ho chiesto di vincere anche per dedicarla a lei e non mi hanno smentito. Il futuro? Noi scendiamo in campo per vincere: a volte ci riusciamo altre no, ma ci abbiamo sempre messo l’anima. Certo non abbiamo fatto ancora nulla, noi daremo ogni domenica il massimo per raggiungere l’obiettivo prefissato, continuando domenica contro l’Olimpus Roma”.