Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

La legge di stabilità affossa la Calabria

Chiesto l’intervento del Governo centrale, ma al più presto
581 0

Bisogna al più presto affrontare e risolvere numerose emergenze di cui soffre la Calabria e che impediscono di iniziare un percorso di recupero delle risorse attualmente rese impossibili a causa della legge di stabilità. In questi termini si pone la richiesta che la Conferenza delle Regioni, l’Anci e l’Upi, hanno ufficialmente avanzato al Governo per ottenere risposte precise entro il mese di luglio.

La ha sottolineato la Presidente facente funzione della Regione Calabria, Antonella Stasi, che ha partecipato, a Roma, alla riunione di apertura del tavolo ufficiale per discutere dei vincoli imposti dal patto di stabilità e successivamente ha incontrato il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin.

Sottolineo, inoltre, che la Calabria ha presentato uno specifico documento con la richiesta di deroga al rispetto del Patto di Stabilità, al fine di contrastare determinate criticità. Una linea condivisa anche da altre cinque Regioni – continua Antonella Stasi – che sono pronte a sforare il Patto in assenza di soluzioni alternative. Nel dettaglio, la Calabria ha richiesto l’esclusione dal patto di stabilità dei cofinanziamenti nazionali ai programmi comunitari ivi comprese le spese eseguite utilizzando le risorse derivanti dalla riduzione del cofinanziamento nazionale e destinate all’attuazione del Piano di Azione e Coesione.
È necessaria una presa di coscienza da parte del Governo – concludendo – che senza elasticità, pur nel rispetto delle regole, è impossibile rilanciare in maniera credibile l’economia dei territori, in un momento così difficile per tutta l’Italia’.

Successivamente la Presidente Antonella Stasi ha incontrato il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin:

Sul patto per la salute siamo ormai in dirittura d’arrivo, l’accordo dovrebbe chiudersi proprio in questi giorni. Con il Ministro c’è un’interlocuzione intesa e costante avviata da tempo dal Presidente Scopelliti. Attendiamo fiduciosi che, finalmente, si possa concludere l’iter. La nostra regione attende risposte concrete da tempo.