Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

“ Liriche e note … sotto le stelle di San Lorenzo” : tutti i particolari raccolti in questa scheda

212 0
“ Liriche e note … sotto le stelle di San Lorenzo”  : tutti i particolari raccolti in questa scheda

La serata evento di quest’anno prevede anche la prima edizione del premio “La rosa nel bicchiere” liberamente ispirato al componimento di Franco Costabile, poeta lametino tra i più grandi autori del Novecento.

Il sodalizio guidato da Pino Morabito ha inteso organizzare una manifestazione molto articolata e ricca di ospiti. I premiati della prima edizione de “La rosa nel bicchiere” saranno la manager Daniela Rambaldi, lo stilista Anton Giulio Grande ed il cantante lirico Leonardo Caimi. Tre personaggi internazionali, dai riconosciuti meriti nei rispettivi ambiti, che contribuiscono a tenere alto il nome di Lamezia nel mondo. I premi, realizzati appositamente per l’occasione, sono opera del maestro orafo lametino Eugenio Rocca.

 “Liriche note e, sotto le stelle di San Lorenzo…” dedicherà spazio anche al teatro e al vernacolo che l’associazione porta avanti da sempre col suo gruppo di attori. Pino Mete declamerà i versi di Franco Costabile; Angela Isabella e Antonio De Biase porteranno in scena “A liti”, opera teatrale scritta da Salvatore De Biase che, nell’associazione San Nicola, dismette il suo ruolo di esponente della politica mettendo a disposizione la sua vasta produzione poetica e letteraria. “A liti” è uno spaccato di vita familiare che ci riporta indietro nel tempo e ci ripropone una realtà meridionale dai tratti forti e passionali.

Durante la serata sarà anche presentato l’ultimo libro di Salvatore De Biase dal titolo “Danti è adiratu, Manzoni è arrabbiatu e lla curpa è dda mia?”.  A dissertare sull’ultima ‘fatica letteraria’ di De Biase sarà il Prof. Francesco Polopoli, docente di lettere classiche tra i massimi esperti del pensiero e delle opere dell’abate Gioacchino da Fiore, teologo e scrittore.

Al parco delle terme si esibirà anche Filarmonica di Chiusi, diretta dal M° Roberto Fabietti che suonerà insieme al M° Francesco Sinopoli, componente del gruppo artistico dell’associazione San Nicola.

Nel corso della serata saranno ricordate due figure illustri: Elisa Dattilo Cervadoro, sindaco di Jacurso nei primi anni Cinquanta, e Giovanni Cataldi imprenditore illuminato, esponente dell’omonima famiglia che da sempre gestisce le terme Caronte.

Elisa Dattilo fu donna di alti ideali che, in un territorio difficile come quello di un piccolo paese calabrese e in un’epoca che ancora aveva forti e pesanti pregiudizi sulle donne che ricoprivano ruoli apicali, seppe coniugare i suoi doveri familiari con i suoi impegni istituzionali in maniera esemplare. Giovanni Cataldi, papà di Emilio Cataldi attuale presidente di Terme Caronte Spa, fu esponente della storica famiglia che dal 1716 ottenne la concessione di alcuni terreni di Sambiase in cui vi era la sorgente delle acque sulfuree di Caronte. Durante la sua gestione la famiglia ottenne il nullaosta ministeriale per l’uso terapeutico dei bagni. La stazione termale, luogo dalla storia secolare, divenne così realtà determinante per lo sviluppo dell’economia locale.

Nel ricco programma della serata anche la consegna di una targa all’associazione Lucky Friends per la strenua attività sportiva e sociale volta all’inclusione di tanti ‘ragazzi speciali’.

L’associazione presieduta da Pino Morabito consoliderà la già folta schiera di componenti del sodalizio con la nomina di tre nuovi soci onorari: l’avvocato Paolo Mascaro, il dott. Sebastiano Barbanti e il dott. Amedeo Proto.