Tutori per avambraccio: quando usarli

Tutori per avambraccio: quando usarli


Nella vita di tutti i giorni ci si può imbattere in tanti episodi diversi, i quali talvolta possono mettere a repentaglio la propria salute.
Che si tratti di una professione folle, uno sport estremo o della conduzione di un lavoro sicuro, siamo tutti esposti a pericoli, chi più chi meno.
La sicurezza in quello che si fa non è mai troppa, onde evitare danni che possono andare a compromettere in maniera importante la vita di tutti i giorni.
Uno degli infortuni più comuni nel quotidiano colpisce l’avambraccio, porzione del corpo costituita da due ossa.
Questa porzione dell’arto superiore è composta dall’ulna e dal radio, delimitata dal polso da una parte e dall’omero dall’altra.
Si tratta di una zona molto delicata in particolari circostanze, come quando ad esempio si cade a terra a braccio teso.
Oggi andremo a vedere in quali problematiche possono essere utilizzati i tutori per avambraccio.

Epicondilite, il principale nemico dell’avambraccio


Ci sono dei casi specifici in cui il tutore viene richiesto, aiutando la cura della problematica.
Tra questi abbiamo l’epicondilite, infiammazione di tipo acuta che colpisce i tendini dell’avambraccio.
Viene chiamata spesso gomito del tennista in quanto colpisce molte volte questa tipologia di sportivi, i quali impiegano molta energia nell’utilizzo della racchetta durante lunghi incontri.
Con il tempo i tendini possono infatti andare incontro ad infiammazione, ogni atleta deve sempre capire come meglio gestire il proprio match e la propria impugnatura della racchetta.
Un infortunio di questo genere può causare stop davvero importanti, facendo perdere al tennista una gran quantità di tornei.
Negli ultimi anni questa problematica sta comparendo anche nei giocatori di padel i quali, come i tennisti, giocano utilizzando una racchetta.
Seppur si tratti di un campo più piccolo il rischio è pressappoco lo stesso, urge quindi seguire al meglio le migliori indicazioni per la propria sicurezza.
Ci sono anche altri ambiti in cui può presentarsi questa problematica, in circostanze in cui le braccia devono rimanere ferme per molto tempo.
L’infortunio può infatti capitare anche a pianisti, dattilografi o scrittori, tutte persone che devono stare per molto tempo davanti a una tastiera.
La comparsa del dolore avviene in maniera molto lenta e graduale, diventando quasi impercettibile all’inizio.
Col tempo il problema ostacola la persona nello svolgimento di attività sportive o lavorative, compromettendo la sua quotidianità.
Qualsiasi movimento di gomito, polso e mano può dare un’importante sintomatologia dolorosa, perdendo la normale fluidità dei movimenti.
Il polso è un distretto corporeo molto delicato, tutte le azioni che effettua richiedono sempre la massima sinergia di tutte le strutture adiacenti. Basta un punto che non lavora come dovrebbe per compromettere l’intero sistema.

Altri casi che necessitano di un tutore


Il polso, come detto in precedenza, è un’articolazione molto fragile che richiede la massima attenzione possibile.
Tramite strutture anatomiche molto complesse è possibile effettuare tante azioni diverse nel proprio quotidiano, lavorando su piani differenti.
Qualsiasi problematica che causa dolore in questa zona del corpo deve essere contenuta con un tutore per l’avambraccio, proteggendo il sito e mettendo a riposo i tessuti.
Abbiamo parlato dell’epicondilite, ma non è l’unico caso in cui l’avambraccio può presentare un danno importante.
Esistono infatti altri casi quali: •Sindrome del tunnel carpale
•Rizoartrosi
•Morbo di De Quervain
•Tendiniti
•Cisti
•Artrosi
•Fratture semplici e composte
•Paresi
•Distorsioni
•Traumi. In questi casi l’utilizzo di tutori per l’avambraccio è sempre l’ideale, mettendo a riposo i tessuti e permettendone un recupero ottimale.

Dove comprare i tutori


Se si deve acquistare un tutore per avambraccio è sempre bene affidarsi a siti esperti, senza rischiare di incappare in truffe o prodotti scadenti.
Per ottenere tale articolo si consiglia di rivolgersi al link: https://ortopediapalmeri.it/tutori-avambraccio/, dove si potrà trovare tutto ciò che serve.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.