WordPress per siti web: i vantaggi del CMS più utilizzato dagli utenti

WordPress per siti web: i vantaggi del CMS più utilizzato dagli utenti

Secondo le statistiche riportate nel 2022, WordPress continua a essere il Content Management System (CMS) più utilizzato per la creazione di siti web.

Si tratta di un open source gratuito che necessita di un servizio di hosting esterno per poter funzionare al meglio.

Proprio per rispondere alla crescente domanda del mercato, molte aziende si sono prodigate per fornire il miglior servizio, com’è il caso dell’hosting WordPress gestito da Tophost.

In questo articolo si delineeranno le differenze principali che contraddistinguono WordPress.com e WordPress.org, ponendo l’accento su vantaggi e svantaggi.

WordPress.com o WordPress.org? I vantaggi della versione self-hosted

WordPress.com e WordPress.org a confronto

WordPress.com è una piattaforma di hosting che ha una versione di WordPress già installata ma ‘bloccata’.

È possibile sbloccare le funzionalità del software solo con la scelta di determinati piani a pagamento. Esiste una versione gratuita, ma alcuni utenti sostengono che le funzionalità siano fortemente limitate e non lascino particolare spazio alla personalizzazione del sito.

D’altro canto, WordPress.org è un CMS open source gratuito che, inizialmente, era nato per la gestione di blog.

Oggi è il software maggiormente utilizzato dai siti web di tutto il mondo – ben il 42,9%! – perché si adatta facilmente a molteplici esigenze.

WordPress.org è semplice, intuitivo e facile da usare anche per chi si approccia per la prima volta a questo mondo e non ha una conoscenza approfondita del linguaggio di programmazione.

Come si è detto poc’anzi, rispetto a WordPress.com, la versione .org è gratuita: gli unici costi iniziali che si dovranno sostenere riguardano l’acquisto del dominio e di un servizio di hosting esterno.

Ma quali sono i vantaggi che l’hanno reso così noto?

I plugin di WordPress

Al primo posto, c’è sicuramente la possibilità di installare numerosi plugin che rispondono a una miriade di funzionalità (ne esistono ben 58.000).

In parole semplici, si tratta di strumenti che svolgono diverse funzioni. Solitamente, è possibile scaricare la versione gratuita, ma quella a pagamento risulta essere più versatile.

Mentre l’installazione è possibile nella versione self-hosted, con WordPress.com è necessario aver prima acquistato il piano a pagamento ‘Business, il che è considerato da diversi utenti un po’ vincolante.

Aggiornamenti e manutenzione: occhio agli hacker

Con WordPress.org non è possibile beneficiare della manutenzione automatica, che invece sarà di competenza del curatore del sito.

Inoltre, data la notorietà del software e la numerosa community, spesso gli utenti sono vittime di attacchi da parte di hacker.

Per questo motivo, è fondamentale effettuare continui aggiornamenti di sicurezza, al fine di proteggere i propri dati e quelli del sito.

Possibilità di avere un proprio blog

WordPress nasce come software per la creazione di blog.

Effettivamente, l’editor a blocchi drag & drop garantisce una marcia in più che lo contraddistingue da tanti altri strumenti per la redazione di articoli che circolano sul web.

Per iniziare basterà accedere con le proprie credenziali, andare su Articoli > Aggiungi nuovo.

Dopodiché, apparirà la schermata nella quale si potrà iniziare a scrivere.

Ma vediamo alcuni consigli per scrivere un articolo al meglio:

  1. concisione: meglio prediligere frasi brevi e vocaboli semplici;
  2. elenchi puntati: usare delle liste può aiutare a mantenere alta la soglia dell’attenzione del lettore. Infatti, secondo The New Yorker, “le liste attingono al nostro modo preferito di ricevere e organizzare le informazioni a livello subconscio”;
  3. immagini: inserire una o due immagini tra un paragrafo e l’altro aiuta a catalizzare l’attenzione di chi legge e a non distrarsi.

Ottimizzazione SEO per il posizionamento sui motori di ricerca

Un altro aspetto vantaggioso di WordPress riguarda la possibilità di ottimizzare i contenuti per migliorare il posizionamento del sito web sui principali motori di ricerca, come Google.

Esistono strumenti come Yoast SEO e Rank Math che permettono di curare vari aspetti, come l’URL, le keywords, il tag title e la meta descrizione.

Versatilità, semplicità e immediatezza

Infine, WordPress.org è il CMS preferito dagli utenti perché è comodo da usare.

Una volta trovato il servizio di hosting adatto, basteranno pochi step per finalizzare l’installazione.

Inoltre, è possibile aggiornare qualsiasi aspetto del software: temi, widget…e WordPress stesso! Basterà effettuare il download e seguire le istruzioni.

Conclusioni

Per concludere, si è visto che WordPress.org è il CMS scelto dalla maggior parte degli utenti su scala globale.

Questo è dovuto alla possibilità di sperimentare e personalizzare il software secondo le proprie esigenze. La disponibilità di numerosi plugin e la libertà di manutenzione sono aspetti fondamentali che permettono di plasmare il sito web in base alle aspettative dei proprietari.

Successivamente, si sono viste le differenze tra WordPress.com e WordPress.org.

In realtà, la scelta dell’uno o dell’altro programma dipende in larga misura dagli obiettivi che si vogliono perseguire.

Se un utente desidera gestire un blog semplice e dalle funzionalità limitate, allora la community tende a raccomandare WordPress.com.

Per chi invece ambisce a gestire progetti più elaborati e personalizzati, WordPress.org è sicuramente la soluzione più indicata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.